Legge regionale n. 39 del 1997 - Interventi a favore dei marchigiani all'estero


Art.12

(Tutela dell'associazionismo e istituzione dell'albo)

1. La Regione riconosce e sostiene le funzioni di promozione sociale, culturale e ricreative svolte dalle associazioni dei marchigiani all'estero e dalle associazioni che operano sul territorio regionale con carattere di continuità e favore degli emigrati marchigiani e delle loro famiglie e discendenti.

2. A tal fine è istituito presso il servizio regionale competente l'albo delle associazioni che operano a favore degli emigrati marchigiani e delle loro famiglie e discendenti.

Requisiti per l'iscrizione all'Albo regionale

3. Sono iscritte all'albo di cui al comma 2 le associazioni estere che:

a) associano almeno venti componenti nati o discendenti di nati o residenti, al momento dell'emigrazione, in un Comune delle Marche;

b) hanno uno Statuto improntato a principi democratici e che prevede la pubblicità delle proprie deliberazioni;

c) svolgono la propria attività effettivamente e continuamente da almeno un anno;

d) non operano, a meno di una motivata deroga concessa dalla Regione, in un contesto territoriale municipale o sub statale dove è già costituita un'altra associazione iscritta all'albo o dove è presente un'entità locale di federazione già iscritta.

3 bis. Le associazioni componenti di una federazione sono iscritte d'ufficio, sulla base di una dichiarazione di appartenenza alla federazione medesima resa, nelle forme di legge, dal presidente.

4 bis. L'iscrizione all'albo è requisito indispensabile per partecipare alla nomina dei componenti del Consiglio di cui all'articolo 4, alle Conferenze continentali in cui esso si articola, nonchè alla Conferenza regionale di cui all'art. 8. L'iscrizione non comporta alcun obbligo di sostegno finanziario da parte della Regione. Non possono ricevere finanziamenti diretti le associazioni che siano anche componenti di federazioni.

4 ter. La Regione incoraggia lo sviluppo di federazione tra le associazioni dei marchigiani e loro discendenti, accordando alle federazioni priorità nel finanziamento delle attività ricomprese nel piano annuale di cui all'articolo 3, comma 4.


Documentazione necessaria per l'iscrizione nell'albo regionale delle associazioni che operano a favore degli emigrati marchigiani, delle loro famiglie e discendenti nei termini stabiliti dall'art. 12 della l.r. n. 39/97 "Interventi a favore dei marchigiani



La domanda di iscrizione, secondo il fac-simile Allegato 1, dovrà  essere corredata da:

Copia dell’Atto costitutivo e dello statuto dell’associazione:
- autenticata in caso di atto notarile;
- conformi all’originale, se trattasi di scrittura privata depositata all’Ufficio del Registro;
- convalidate dalle competenti Autorità Consolari nel caso di Associazioni estere;

Relazione sull’attività svolta nel corso dell’anno precedente la domanda di iscrizione a favore degli emigrati 

Elenco nominativo dei componenti il Direttivo con la durata delle cariche sociali e la specifica della carica ricoperta;

Scheda informativa, sottoscritta dal legale rappresentante dell’associazione, compilata secondo il fac-simile Allegato A;

dichiarazione sostitutiva di atto notorio, compilata secondo il fac-simile Allegato B, ai sensi della normativa vigente, sottoscritta dal Presidente dell’associazione se cittadino italiano (ovvero nelle more da un componente del direttivo che abbia la cittadinanza italiana) che indichi:
- Il riconoscimento dell’associazione presso il Consiglio Generale degli italiani all’estero (CGIE), come da documento formale redatto dallo stesso che deve essere inviato in allegato alla dichiarazione sostitutiva di atto notorio.
- La composizione degli associati come da elenco formale che deve essere allegato alla dichiarazione sostitutiva di atto notorio. L’elenco nominativo dei soci deve essere completo di luogo e data di nascita, luogo e indirizzo di residenza.
- La Paritetica partecipazione di uomini e donne alla vita associativa
A corredo della dichiarazione sostitutiva di atto notorio va presentata una copia in corso di validità della carta di identità.

Fac-simile della domanda

Scheda informativa

Dichiarazione sostitutiva di atto notorio