Contatti

Servizio Attività Produttive, Lavoro, Turismo, Cultura e Internazionalizzazione
Via G. da Fabriano 9, Palazzo Raffaello – 60125 Ancona – Italia 

Dirigente Dott. Raimondo Orsetti

Tel: +39 (0)71.8062710 
Fax: +39 (0)71.8062318
E-mail: raimondo.orsetti@regione.marche.it

Funzionario Responsabile
Claudia Lanari
Tel: +39 (0)71.8062334
E-mail: claudia.lanari@regione.marche.it
Skype: lanari_claudia

Katia Georgia Ammerata
Tel: +39 (0)71.8062562
e-mail: katia.ammerata@regione.marche.it

Skype: katia_ammerata


Email: marchigiani.nelmondo@regione.marche.it

Il Presidente del Consiglio dei Marchigiani all'estero

Franco Nicoletti, nato in Lussemburgo da genitori immigrati e provenienti da Pergola, lavora presso la Unione Europea, è sempre stato impegnato nelle problematiche migratorie ed è membro dell’Associazione Marchigiani di Lussemburgo.

Fa parte del Consiglio da tredici anni assicurandone la vicepresidenza sin dal 2005.

L’impegno di Franco e del Consiglio dei Marchigiani nel mondo sarà quello di continuare i lavori già intrapresi, attuare le problematiche decise dall’ultimo consiglio e traghettare lo stesso alle prossime  elezioni; il rinforzamento dei legami culturali, di promozione e di interscambio tra la Regione Marche ed i sui residenti all’estero ne saranno il fulcro principale.

Alla fine della Riunione del Consiglio dei Marchigiani nel Mondo, Franco Nicoletti ringrazia per la fiducia e si propone di orientare i lavori verso un rafforzamento dell’associazionismo marchigiano.

Comitato Esecutivo

Presidente

Franco Nicoletti
presidenza-marchigiani.nelmondo@regione.marche.it

Componenti del Comitato Esecutivo

Javier Pablo Lucca - Federazione Marchigiana del Centro Litorale della Repubblica Argentina - FE.MA.CEL

Gustavo Luis Zanini - Federazione Marchigiana del Centro Litorale della Repubblica Argentina - FE.MA.CEL

Juan Pedro Brandi - Federazione della Repubblica Argentina Associazione Civile - FEDEMARCHE

Fausta D'Alesio Polidori - Associazione Regionale dei Marchigiani - A.L.M.A. Canada Inc.

Lorena Noè - Federazione delle Associazioni dei Marchigiani emigrati in Belgio - F.A.M.I.B.

Gino Bassetti - Associazione Marchigiana Perth Western Australia Inc.

Saluto del Presidente ai Marchigiani nel Mondo

L’emigrazione dei marchigiani all'estero, come l’abbiamo conosciuta dal finire del 1800 fino agli anni ’60 del secolo scorso è finita. E’ ormai un evento storico che va letto in tutto il suo carico di dolore, di rotture famigliari, ma anche di speranze di poter costruire un futuro migliore in una nuova terra senza cancellare il legame con il luogo di origine.
L’esistenza di tante associazioni volontarie di persone che da un capo all'altro del mondo si sono formate e vivono sulla base della comune origine o discendenza regionale – quella marchigiana nel nostro caso – ci dice, meglio di ogni altra considerazione, quanto questo legame vada coltivato con cura ed attenzione.
Una piccola realtà come le Marche ha la possibilità di far conoscere le sue eccellenze storiche, culturali ed economiche grazie a questa rete di passione che gli “emigrati” hanno costruito con grande impegno.
Sostenere l’Associazionismo, far partecipare i marchigiani all'estero alla vita delle Marche come una sola grande comunità è il nostro primo irrinunciabile obiettivo.
Il secondo è quello di far partecipi di questa relazione i giovani discendenti, ragazze e ragazzi che conoscono la Regione, molto spesso, solo attraverso i racconti dei genitori o dei nonni, altrimenti tra qualche decennio scompariranno le Associazioni e con esse ogni ricordo e ogni traccia tanto della loro storia famigliare quanto di questa pagina della Storia regionale.
Ci siamo proposti di mettere la condizione e le necessità dei marchigiani nel mondo all'attenzione di tutti i settori di lavoro della Regione, delle Province, dei Comuni, delle organizzazioni sociali ed economiche.
Vogliamo pensare ad un’unica comunità di cittadine e di cittadini, con pari diritti e dignità, sia che risiedano nelle Marche che fuori di esse. E vogliamo sostanziare questa attenzione costruendo una struttura museale viva, un luogo pieno di ricordi, testimonianze, immagini e parole che diano orgoglio a chi le  Marche le vive fuori dai suoi confini.